Il Santo Nome di Krishna:la migliore protezione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il Santo Nome di Krishna:la migliore protezione

Messaggio Da Orlando il Dom Mar 28, 2010 11:50 pm

Il Santo Nome di Krishna:
la migliore protezione




Vi prego di accettare i miei umili omaggi, tutte le glorie a Srila Prabhupada.
In realtà concetti come protezione e difesa personale hanno accompagnato la mia vita per anni essendo un istruttore di arti marziali dagli anni 80, ma mai avrei pensato che questi stessi concetti un giorno potessero essere applicati in un contesto assai diverso da quello che generalmente crediamo essere “situazioni reali” con le quali ci si potrebbe a volte confrontare, come nel caso di una aggressione di qualche malintenzionato….. Qualche mese fa ho avuto come allievo un ragazzo il quale dopo una chiacchierata su alcuni aspetti dell’esistenza dichiarò di essere ateo. Una sera durante una lezione stavo spiegando come attraverso alcuni esercizi psicofisici si può, tramite la pratica costante, riuscire a percepire ed incrementare nel proprio corpo l’energia vitale, quindi avevo spiegato come può essere ragionevole credere che questa energia debba avere necessariamente una provenienza.

Stimolato da questo aspetto il mio allievo Ivan (questo è il suo nome) sembrava affascinato, e fu allora che feci l’esempio del sole e di come attraverso i suoi raggi possiamo percepire il calore, la luce e l’energia che da esso provengono. Di lì a poco il Santo Nome di Krishna, Dio, la Persona Suprema, era sulle mie labbra e riecheggiava sulle quattro pareti della piccola palestra. Ivan mi confidò che da quando frequentava il mio corso (due mesi circa), gli si erano ripresentati alcuni inconvenienti che sperava proprio fossero finiti, visto che era passato qualche anno dall’ultimo episodio…

Quali problemi?... Niente di tangibile …solo una voce che proveniva dall’ignoto e che gli intimava di stare attento, notti insonni, ed infine la visione di uno spirito che gli si materializzava in camera da letto con sembianze femminili, lunghi capelli neri che gli coprivano il volto, mentre gli stendeva un braccio puntandogli il dito indice con fare minaccioso, senza contare che a volte doveva subire delle lievi percosse sul collo, provenienti da una mano ignota. Mentre mi raccontava tutto ciò sentii alle mie spalle una piastrella del pavimento scricchiolare …e istintivamente dissi a voce alta “HARE KRISHNA!” ...non persi tempo: incominciai a parlare del potere del Santo Nome di Krishna e di come ripetendoLo con fede Egli poteva proteggerlo da quella tremenda situazione, gli scrissi il maha mantra sul retro di un mio biglietto da visita e ci congedammo.

Sorprendentemente la sera del giorno dopo Ivan mi telefonò e con voce entusiasta mi disse: ”Sergio, funziona! Appena si è fatta viva la presenza mi sono messo subito a recitare il Maha Mantra per circa mezz’ora e mi sono sentito da subito protetto da una intensa sensazione di forza interiore.” “Bene!” gli risposi, “buon segno, continua così e non mollare, se dovessi avere bisogno chiamami a qualsiasi ora” e ci demmo appuntamento per la prossima lezione del corso. Poco dopo gli procurai una Bhagavad-gita ed un mala di Tulasi affinché potesse, tramite lo studio e una pratica regolare, essere aiutato a comprendere e realizzare.

Il destino volle che, per motivi di lavoro, Ivan non potè più frequentare il corso, e di lì a poco perdemmo i contatti, o almeno così sembrava…… Dopo alcuni mesi, ricevetti un messaggio sul cellulare, era Ivan che mi scriveva quanto di seguito: “Ciao Sergio come va? Ti volevo ringraziare per avermi fatto conoscere Krishna, veramente mi sta aiutando.” Lo chiamai e lo invitai a casa mia; ero ansioso di conoscere i particolari di come Krishna lo aveva benedetto. In realtà Krishna benedice sempre colui che prende rifugio nel Suo Santo Nome e mai delude il tempo trascorso in relazione a Lui, fosse anche per un breve istante, perché prima o poi i benefici arrivano.

Quando ci vedemmo, mi raccontò che Krishna è ora parte integrante della sua vita quotidiana, che studia con interesse la Bhagavad-gita e recita con regolarità due giri di japa mala al giorno; ha anche appeso nella sua camera due immagini sacre, una di Krishna e l’altra di Narasimhadeva. Mica male per un ex ateo! Mi disse inoltre di sentirsi molto bene mentalmente e fisicamente, con una rinnovata forza ed energia interiore, e che la sua visione della vita era cambiata…… Ci credo! L‘ho invitato a venire al tempio di Chignolo e non mancherà di venire, ne sono certo. Il mio cuore si riempie di gioia nel vedere in prima persona come la misericordia di Krishna attraverso il Suo Santo Nome sia veramente infinita.

Harinam sankirtan yajna ki jaya!!!

Hare Krishna

Vostro servitore
Bhakta Sergio

Fonte: http://www.harekrsna.it/home/la_migliore_protezione/la_migliore_protezione.asp

Orlando

Messaggi : 134
Data d'iscrizione : 28.02.10
Età : 30

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum